Mister Non-Ho-Mai-Detto
2009.06.05


Berlusconi: Non ho mai detto Stavo dando un'occhiata ad alcuni articoli online. Come spesso faccio, leggevo La Repubblica. Perche' in questa Italia dominata da una stampa che al 50% e' di proprieta' di Berlusconi; e per l'altra meta' e' stampa di regime. Una stampa che insieme ai 6 maggiori canali TV, o ha paura di Berlusconi, giustamente come di tutti i padrini mafiosi, o e' ossequiosa e baciaculo (gente che, come direbbe il Sig. Travaglio "pagherebbe per vendersi") una stampa che "finge" di fare informazione, mentre in realta' o non riporta del tutto notizie importanti per la situazione d'emergenza per la democrazia in Italia creata da questo governo (come la totale correttezza delle procedure adottate dal Sig. De Magistris stabilita da Salerno; o l'accoglimento del ricorso della Signora Forleo; o l'assoluzione del Sig. Travaglio in Cassazione respingendo il ricorso di Del Noce; o il premio per la Stampa Libera effettuata in condizioni pericolose assgnato al Sig. Travaglio dalla prestigiosa Associazione dei Giornalisti Tedeschi, premio rilasciato solo ogni tre anni; o l'ordinanza di archiviazione che da ragione ad Antonio Di Pietro che definisce Rete 4 "abusiva"; o come la sentenza che da' ragione all' Economist per la copertina di prima delle elezioni del 2001 intitolata "Perché Silvio Berlusconi Non E' Adeguato A Guidare L'Italia"; etc. etc. potrei ancora andare avanti facilmente con dozzine di esempi.

O una stampa che "dimentica" di seguire notizie date il giorno prima (per esempio sono sparite: le notizie sui clandestini ma gli sbarchi continuano; le notizie sui terremotati; le notizie sulla ricostruzione; ed ancora piu' grave le notizie sul cemento di L'Aquila con troppa sabbia; cemento della societa' Impregilo (compagni di merenda di Berlusconi e della Marcegaglia), societa' che e' sotto investigazione della magistratura; le notizie sulle conseguenze dei tagli dei fondi alla Polizia di Stato; le notizie della cancellazione della commissione antimafia sui lavori edili a Milano per Expo 2015, i cui miliardi di euro di fondi gia' da un pezzo sono nel mirino della camorra; le notizie come il ritiro della password alla Procura di Palermo per accedere alle informazioni bancarie sui conti della mafia; etc. etc.).
Una stampa che "dimentica" di indagare piu' a fondo, o di porre domande, scomode come tutte le verita'.

Dicevo La Repubblica, una delle poche fonti attendibili, che insieme all'Unita', L'Espresso, Novella 2000, Il Manifesto, e forse altri uno o due; insieme a qualche dozzina di blog online, sono gli ultimi rimasti a fare un minimo d'informazione decente.
Stavo leggendo l'articolo Berlusconi: "Foto innocenti". Ma querela El Pais e Repubblica quando mi ha colpito il terzultimo paragrafo.
E il signor Letizia autista di Craxi? "Non l'ho mai detto, e' stato un senatore del Pdl che e' caduto in un equivoco", sostiene il Cavaliere. "Ci ho messo anche sopra un giuramento sui miei figli, un presidente del Consiglio spergiuro dovrebbe andarsene subito". E ancora: "Non sono mai stato in una stanza da solo con questa ragazza. Se qualcuno dimostrasse che il presidente del Consiglio è uno spergiuro dovrebbe dimettersi un minuto dopo e andare a nascondersi".

pagina da La Repubblica Ovvio che mi sono tornati in mente altri "non ho mai detto". Dal "Mai pensato alla polizia nelle scuole"; al "Mai detto Parlamento inutile e dannoso"; "Non ho mai detto 'riporto AN nelle fogne'"; "Non ho mai detto di voler trattare Adriano".

In questo caso particolare, essendo successo da solo un paio di settimane circa, ricordavo chiaramente che non era cosi'. Come al solito.

Allora mi sono armato del fido Google, e gli ho dato una spremuta. Ci credereste? Non solo ho trovato cio' che cercavo, ma e' saltata fuori anche una possibile undicesima domanda :)) Leggete piu' sotto.

pagina da Google Primo, lo cerco nella sezione News di Google, e batto "autista di craxi" e mi vengono fuori 72 risultati.

Siccome reclamo il mio diritto ad essere pigro alle 11 di notte, non avevo voglia di spulciarli tutti.


pagina da Google Mi sembrava di ricordare qualcosa sull'Ansa, o forse l'ho letto, un comunicato all'Ansa, allora ripeto la ricerca nella sezione principale Web, inserendo la stringa: "autista di craxi" site:ansa.it

In modo da scremare i risultati, riportando solo i link provenienti dal sito Ansa.

Tombola! Trovo il link all'Ansa che stavo cercando, con le parole: "Conosco il padre da una vita, è un vecchio socialista ed era l'autista di Craxi".


pagina Ansa vuota Ma - sorpresa, sorpresa - quando ci clicco sopra, mi e' uscita la pagina qui a lato.

Provare per credere [Link di Google all'Ansa]
o il [Link diretto all'Ansa].

Ma io la so un po' piu' lunga. Ritorno alla pagina di Google precedente, e clicco la parola "cached".


pagina grafica Ansa conservata in memoria da Google Questa e' meglio della tombola. E' come vincere la lotteria milionaria.

Guardate qui a lato la pagina conservata in memoria da Google, in versione grafica, con i termini della ricerca auto-evidenziati.

[Pagina memorizzata su Google]


pagina testuale Ansa conservata in memoria da Google E per completare, nella schermata precedente, in alto a destra ho cliccato sul link "Text-only version".

[Versione solo testo]

A questo punto vengono spontanee un paio di domande.
Perche' l'Ansa ha rimosso la pagina con la dichiarazione di Berlusconi?

E' stata una svista? O si e'... persa? (Mi verrebbe da ridere solo all'idea dell'ipotesi se la situazione non fosse cosi' tragica). Stanno facendo manutenzione al sito? O gli e' stato "detto" di toglierla? Se si, chi glielo ha ordinato?

Bhe' una bella chiamata in vecchio stile P2 ci sta.
Sarebbe interessante andare a spulciare chi dirige la redazione, o chi c'e' nel consiglio d'amministrazione.

11a domanda: Berlusconi, dov'e' la pagina dell'Ansa con le tue dichiarazioni?
E domani che dirai: Non ho mai detto "e' stato un senatore del Pdl che e' caduto in un equivoco"?


-- Vince Maggio


P.S.
Le Prime Dieci Domande
La mia raccolta di link sulla Politica Italiana